LEI

  • Français
  • Italiano

Genesi di un progetto

È a partire da una amicizia  e dalla condivisione di alcune esperienze che, nel 2017, la Maison des Femmes intravvede la possibilità di lavorare con un gruppo di partner su di un progetto concreto finalizzato ad una migliore integrazione dei migranti nei rispettivi paesi ospitanti.

Ci si è dunque messi al lavoro per la preparazione di un progetto a valere sul programma Esamus + per l’educazione degli adulti.

Il progetto « Lingue Europee di Integrazione  (LEI ) » è stato quindi approvato da AEF – Europe ! È l’inizio di una bella collaborazione tra 5 partner di 3 differenti Paesi (Belgio : la Maison des Femmes, Euro-Idea / Francia: Ecrimed’ / Italia: KlyoLab, ARSAP).

UN obiettivo:

L'integrazione tramite l'apprendimento della lingua

bullseye-dart-dartboard-15812-2

Il progetto « Lingue  Europee d’Integrazione » considera l’apprendimento di una lingua come uno strumento d’integrazione nei paesi di accoglienza dei migranti. In altri  termini, si pone in una prospettiva da cittadini. Non si tratta solo di insegnare alle persone straniere a comunicare in una nuova lingua ma anche di permettere loro di accedere a una cultura, ai suoi diritti e ai suoi costumi

Le tre chiavi del progetto

LEI

L'insegnamento / apprendimento di una lingua europea di integrazione (LEI) si concentra principalmente sulle preoccupazioni e attività quotidiane di un immigrato/a

ATELIERS SOCIOLINGUISTICI

Sono stati proposti degli ateliers a Rennes, Bruxelles, Pordenone. In questi atelier sociolinguistici sono stati utilizzati diversi approcci, ad esempio quello audiopsicofonologico e la biografia transculturale

IL mooc

Creazione di un MOOC di insegnamento del nostro approccio all'insegnamento /apprendimento delle lingue europee di integrazione tramite una piattaforma di e-learning ad accesso libero, per il francese l'italiano e via via per altre lingue europee.

Diffusione sui giornali